Seguici su Facebook

mercoledì 31 agosto 2016

Quanto guadagna un cuoco?




Il cuoco è uno dei lavori più amati dagli italiani, non è un caso il fatto che la cucina italiana sia tra le migliori del mondo, se non la migliore. Questa professione oltre ad essere molto apprezzata per il lavoro in se, è anche molto ben remunerata. Lo stipendio di un cuoco come vedremo nel prosieguo dell'articolo, è mediamente più alto rispetto alla media nazionale della maggior parte dei lavori da dipendente. Ci sono enormi distinzioni di guadagno tra i cuochi, una cosa è essere un cuoco in un piccolo ristorante di provincia, un'altra essere uno chef su yacht di lusso. Vedremo anche quanto guadagna un aiuto cuoco. Tutti i dati riportati sono frutto di ricerche e piccole interviste fatte a persone che svolgono questo lavoro da diversi anni in punti diversi del mondo e con ruoli altrettanto differenti.




Quanto guadagna un cuoco?





Come abbiamo già sottolineato, il guadagno di un cuoco può variare tantissimo, quindi vedremo nello specifico quanto guadagna un cuoco in base a dove lavora e le competenze acquisite.

Il cuoco di un ristorante di media grandezza di Napoli può guadagnare dai 1400 ai 3000 euro nel caso in cui fosse primo cuoco. Mentre invece il cuoco di un piccolo ristorante in provincia di Foggia farà difficoltà enormi a superare i 1200€ al mese. La media della retribuzione si attesta tra i 2000 euro e i 2500 euro al mese, questo per cuochi di medio livello in ristoranti altrettanto medi.

Ma è il caso di andare nello specifico, altrimenti con dati così generalisti non ci si riesce a fare un'idea concreta di quanto guadagni un cuoco.
Quanto guadagna un cuoco

Quanto guadagna un cuoco medio?


Un cuoco medio ha una retribuzione media, quindi non si arricchirà mai ma non farà mai la fame. Da esperienza personale posso dire che i cuochi mediamente percepiscano tra i 2000 e i 2500 euro al mese, ma la cifra si può alzare tantissimo, fino a raggiungere picchi che superano i 10.000 euro al mese per i cuochi più affermati, alcuni dei quali sono diventati milionari, ma lì si parla di Executive Chef di fama mondiale, richiesti praticamente da tutti i potenti e ricchi del mondo. Se il guadagno di 2000 o 2500 euro al mese può sembrare interessante, non lo è più quando ci si ritrova a fare la vita del cuoco, una vita molto stressante che solamente un vero appassionato riesce a sopportare.


Quanto guadagna un cuoco sulle navi?


Anche in questo caso bisogna fare grandi distinzioni, il cuoco di una semplice nave mercantile difficilmente riesce a guadagnare quanto un cuoco di una nave da crociera molto costosa. Nel primo caso parliamo di una cifra che si aggira tra i 2000 e i 2500 euro al mese, raramente si supera quella somma nell'ultimo periodo. Mentre nel secondo caso, la cifra può abbondantemente raggiungere i 4000 euro e superarli. Ma parliamo di persone che restano a bordo delle navi per diversi mesi, stanno lontani dalla propria famiglia e lavorano un monte ore disumano per chi è abituato ad un lavoro tradizionale.

Quanto guadagna un cuoco a Dubai?


In rete circolano tante castronerie su Dubai, una di queste vedrebbe i cuochi guadagnare tanto. In realtà non è così, almeno per la maggior parte delle persone, il guadagno è pressoché lo stesso di quello italiano a parità di ruolo ricoperto, ma con costi della vita molto maggiori rispetto all'Italia. Lavori come il cuoco/chef e il cameriere sono malvisti in posti di lusso estremo come Dubai, perché sono lavori a bassa specializzazione e quindi vengono pagati poco. Invece, altre persone, come per esempio gli ingegneri, potrebbero fare grandi fortune.

Quanto guadagna un cuoco in America?


Parlare di America significa parlare del nulla. Questo perché America è sia California che Montana, sia South Carolina che Florida. Un grande cuoco, in questo caso parliamo di Chef di grande fama, in un importante ristorante di New York non fa difficoltà a raggiungere e superare l'equivalente di 7000 euro al mese, mentre il cuoco di una bettola nel Sud dello Utah farà difficoltà ad arrivare a fine mese. L'America non è sto gran paradiso come credono in molti, lo era in passato per i nostri avi, ancora oggi presenta grandi possibilità ma sono quasi tutte riservate al lavoro da titolare e a lavori ad alta specializzazione come il medico, l'avvocato o l'ingegnere. Quindi alla domanda quanto guadagna un cuoco in America la risposta non si può dare.

Quanto guadagna un cuoco in Svizzera?


Un cuoco in Svizzera guadagna l'equivalente di quello che guadagnerebbe in Italia moltiplicato per il costo della vita maggiore. Quindi il suo potere d'acquisto rimarrebbe invariato, anzi, c'è anche chi lavora in zone come Lugano e vive in Italia perché farebbe fatica a raggiungere la fine del mese. Può sembrare brutto metterla su questo piano, ma la realtà è ben diversa dai sogni delle persone. Naturalmente, però, ci sono anche cuochi che guadagnano cifre enormi, ma sono pochi.


Come diventare un cuocoOfferte di lavoro per cuochi


Quanto guadagna un cuoco a Londra?


Vista l'enorme domanda di lavoro il guadagno è molto contenuto. Mediamente un cuoco che non sia un Primo Cuoco e che non lavori in uno dei principali 15 ristoranti della città, riesce a guadagnare una media di 24.000€ all'anno. Cioè l'equivalente di 2.000€ al mese più le mance che gli permettono di arrivare alla fine del mese, altrimenti sarebbe impossibile. E questo sempre se vive con altre persone, altrimenti anche con le mance farà fatica in quel di Londra. Difatti molti vivono nella periferia della città, dove le caste costano di meno e gli affitti sono più contenuti. Difatti Londra è attorno alla 20 posizione per retribuzione al mondo, nonostante sia in assoluto la città più cara o una delle più care.

Quanto guadagna un aiuto cuoco?


Mediamente un aiuto cuoco guadagna tra i 5 e gli 8 euro l'ora, questi però sono lordi. Non è un lavoro che vale la pena fare come professione per tutta la vita, ma è solo un trampolino di lancio per poi riuscire a diventare cuoco.

Un aiuto cuoco a Napoli secondo le testimonianze raccolte guadagna tra i 700 e i 1200 euro al mese netti, e vista la vita che conduce non ne vale assolutamente la pena se non ci sono possibilità concrete di carriera.







Nessun commento:

Posta un commento