Seguici su Facebook

giovedì 1 ottobre 2015

Carta D'Identità Persa: Cosa fare?




Potrebbe capitare a chiunque di perdere la propria carta d’identità: durante un viaggio o semplicemente perché si è un po’ distratti. In questo caso la procedura da seguire per riavere la carta d'identità è molto semplice.

Cosa fare se si perde la carta d'identità? Recatevi innanzitutto presso una caserma dei carabinieri e una stazione di polizia per spiegare la dinamica nei dettagli. Le forze dell’ordine vi daranno un foglio da compilare con tutti i vostri dati e il resoconto della denuncia. Una volta terminata la procedura, basterà portare la denuncia all'anagrafe del comune di residenza, avendo con voi:

  • Tre foto tessera
  • Documento d'identità valido(patente o passaporto) 
Se l’altro documento è scaduto o l’avete perso insieme alla carta d’identità, bisogna che andiate al ufficio comunale insieme a un familiare. O meglio ancora: se avete una fotocopia della  carta d’identità a casa o sul computer così da poterla stampare, portatela con voi. Faciliterete il lavoro agli impiegati che di solito sbrigano tutto in giornata. In caso contrario vi diranno quando andare a ritirarla. Se siete cittadini stranieri di Paesi rientranti nell'Unione Europea, è necessario portare con voi anche la carta di soggiorno. Per gli extracomunitari oltre al permesso di soggiorno occorre anche il passaporto.
Carta d'identità persa: cosa fare

Perdita della carta d’identità all'estero


Se vi trovate all'estero per lavoro o per svago e siete in procinto di ritornare in Italia e malauguratamente avete smarrito la carta d’identità e non riuscite per mancanza di tempo ad aprire l’istruttoria per avere un nuovo documento, bisogna presentarsi presso il Consolato italiano che rilascerà un documento provvisorio di viaggio detto anche E.D.T. che sta per Emergency Travel Document. Quest’ultimo avrà validità solo per il viaggio di rientro in Italia. Ma in altri casi è valido anche per rientrare nel Paese di stabile residenza all'estero e in casi eccezionali per altre destinazioni.

Quindi non fatevi prendere dal panico e recatevi al Consolato con la denuncia di smarrimento, due foto tessera, il vostro titolo di viaggio e infine la ricevuta del pagamento del documento, che è di 1.34 euro, a cui possono aggiungersi anche le spese di spedizione qualora foste impossibilitati a recarvi di persona al Consolato. Ricordatevi di denunciare lo smarrimento del documento d’identità alle autorità locali di Polizia così da poter facilitare il transito alla frontiera.

Sia che vi troviate in Italia che all'estero è consigliabile e opportuno conservare in altro luogo che non sia quello in cui avete i vostri documenti, la fotocopia della carta d’identità e in generale di altri documenti importanti come il passaporto, la patente o la carta di credito. In questo modo sarà più facile riavere il vostro documento. Se vi trovate all'estero bisogna sempre considerare che nei giorni festivi e prefestivi gli uffici consolari potrebbero essere chiusi quindi bisognerà aspettare il primo giorno lavorativo utile a meno che non dimostriate di essere in una situazione di emergenza. Un ultimo fattore da considerare se siete all'estero e avete smarrito la carta d’identità è che i Consolati onorari non sono abilitati al rilascio dell’ETD ma possono trasmettere le domande di rilascio all'ufficio consolare competente.

Nessun commento:

Posta un commento