Seguici su Facebook

lunedì 30 marzo 2015

Tema sull'inquinamento

Tema sull'inquinamento: elaborato argomentativo sul tema "inquinamento" completo con dati scientifici e opinioni personali. Senza dimenticare quelle che secondo te sono le soluzioni al problema.

Tema sull'inquinamento: svolgimento

Tema sull'inquinamento


"Siate fecondi e moltiplicatevi, riempite la terra; soggiogatela e dominate sui pesci del mare e sugli uccelli del cielo e su ogni essere vivente che striscia sulla terra".

"Voi umani insediate in una zona e vi moltiplicate, vi moltiplicate finché ogni risorsa naturale non si esaurisce. E l'unico modo in cui sapete sopravvivere è quello di spostarvi in un'altra zona ricca. C'è un altro organismo su questo pianeta che adotta lo stesso comportamento, e sai qual è? Il virus. Gli esseri umani sono un'infezione estesa, un cancro per questo pianeta: siete una piaga."

Queste due frasi, rispettivamente pronunciate da Dio e dall'Agente Smith (Hugo Weaving) nel film The Matrix del 1999, sintetizzano perfettamente il comportamento da sfruttatore ossessivo che il genere umano sta tenendo, praticamente dall'inizio della civiltà, nei confronti dell'unico pianeta gli è stato concesso il privilegio di abitare.

Nell'epoca storica in cui viviamo, abbiamo tecnologie avanzate che ci permettono di spostarci rapidamente da una zona all'altra del globo e di produrre cibo e ogni altro bene in quantità industriali, ma gli effetti che tutto questo progresso provoca sull'ambiente in cui viviamo sono disastrosi e tragici: l'atmosfera è ridotta a colabrodo a causa dell'abuso di clorofluorocarburi, la temperatura globale si alza sempre di più per le enormi quantità di gas serra che scarichiamo nell'atmosfera, i poli si sciolgono, il lago d'Aral, un tempo il secondo più vasto al mondo, è ormai quasi del tutto scomparso, le Maldive e altri bellissimi atolli rischiano di scomparire per sempre quando isole composte di rifiuti galleggiano sulle superfici oceaniche e col tempo si ingrandiscono sempre di più; spiagge bellissime sono ridotte a discariche a cielo aperto, i mari sono pieni di derivati del petrolio e a volte capita che, uscendo da un bagno al mare, l'asciugamano con cui ci asciughiamo dopo essere usciti dall' "acqua" diventi nero.

Si calcola che da qui al 2100, se il pianeta non riuscisse a invertire la tendenza e a diventare più ecosostenibile, la temperatura media globale potrebbe aumentare fino a 6 gradi. Il mar Mediterraneo diventerebbe un mare tropicale e le nostre latitudini sarebbero interessate da uragani e tempeste che oggigiorno affliggono i paesi della fascia equatoriale, ma questo sarebbe il male minore. I deserti avanzerebbero sempre di più e gli oceani si innalzeranno, fino a sommergere quasi un sesto delle terre emerse. È davvero questo il pianeta che vogliamo lasciare ai nostri figli e ai nostri nipoti? Io credo di no.
E credo anche che nessuna persona con un pizzico di amor proprio voglia continuare a distruggere il pianeta com'è stato fatto fino ad oggi.

Come combattere l'inquinamento


Cosa possiamo fare per far sì che tutto ciò non accada? Dobbiamo innanzi tutto cambiare radicalmente mentalità e imparare che la Terra è una e non possiamo permetterci di abusarne. Dobbiamo ragionare come se la Terra fosse casa nostra, perché la Terra è casa nostra. Basta seguire tre regole semplicissime, che iniziano tutte e tre con la lettera R: riciclare tutto ciò che si riesce facendo la raccolta differenziata dei rifiuti e cercando di acquistare prodotti riciclati o comunque a basso impatto ambientale; ridurre i consumi e gli sprechi, sia alimentari sia energetici e puntare sull'energia alternativa e vedere se è possibile riutilizzare le cose prima di gettarle nell'immondizia.

Nessun commento:

Posta un commento