Seguici su Facebook

sabato 14 gennaio 2017

Quanto guadagna un giocatore di calcio a 5?

Il calcio a cinque è uno sport che nato in Uruguay. Come il calcio a 11 è uno sport di squadra che hai conosciuto con il nome di futsal ovvero calcio che si gioca in struttura sportiva coperta.

Un giocatore di calcio a cinque viene detto calcettista o futsalero. Infatti spesso il calcio a cinque viene anche definito impropriamente come calcetto. Gli atleti di calcio a cinque hanno come nel calcio dei ruoli ben definiti: c'è il portiere, i difensori, gli esterni, gli intermedi, il pivot e l'universale. I ruoli il più delle volte sono definiti dalla posizione che si occupa in campo per più tempo. 

In Italia dal 1984 esiste un vero e  proprio campionato italiano di calcio a cinque che viene organizzato dalla FIGC. ci sono tre serie nazionali, serie A, A2 e B e delle categorie regionali C1 e C2, infine c'è anche la categoria provinciale ovvero la serie D. Rispetto agli atleti del calcio ad undici quelli del calcio a 5 guadagnano molto meno. In ogni caso dipende dalla squadra e dalla serie in cui giocano. 
Quanto guadagna un giocatore di calcio a 5?

Quanto guadagna un giocatore di calcio a 5?


Un giocatore di serie A della Divisione Calcio a 5 può guadagnare da un minimo di 1500 euro al mese ad un massimo di 10000 euro al mese.

Nella serie A2 invece gli stipendi arrivano ad un massimo di 3000 - 4000 euro al mese e solitamente non meno di 1000 euro nel caso di alcune squadre. 

La serie B nel calcio a 5 è il terzo livello e comprende squadre di dilettanti.il torneo della divisione calcio a 5 della serie B coinvolge circa 80 squadre suddivise in sette gironi. 

In serie B un giocatore guadagna circa 750 euro mensili. Ma ovviamente non tutte le società pagano allo stesso modo, alcune pagano solo i giocatori migliori offrendo magari un rimborso spese agli altri.

Nelle serie minori invece i giocatori non percepiscono stipendi, a volte solo rimborso spese. Spesso, specie nelle squadre più alte in classifica ai giocatori più rinomati di quella specifica divisione vengono elargiti "premi" o comunque rimborsi spese più generosi per invogliare gli atleti a restare legati alla squadra. 

Il tutto dipende sempre dalla società per la quale si gioca, dalle disponibilità economiche messe in campo dai presidenti delle squadre e da tanti altri fattori. Ovvio che se confrontiamo giocatori di calcio a undici con quelli di calcio a cinque vediamo sicuramente che il giro di compensi che ruota intorno ad essi è di gran lunga differente, nonostante si tratti di due sport molto simili.

Nessun commento:

Posta un commento