Seguici su Facebook

lunedì 29 agosto 2016

Quanto guadagna un benzinaio?




Quello del benzinaio è uno dei lavori più apprezzati dai giovani, questo perché il benzinaio è sempre in possesso di grandi somme di denaro in tasca, e una persona molto giovane fa difficoltà a capire che solo una piccola parte di quei soldi sono suoi, e che lui guadagna al litro e non l'intera somma che il cliente paga, ma solo una piccola parte che vedremo in quest'articolo su quanto guadagna un benzinaio, che volevamo fare già da tempo.

Non si può sapere con certezza quanto guadagni un benzinaio, o meglio, non si può sapere quale sia il suo stipendio mensile, questo perché molto varia dalla zona in cui lavora e il numero di clienti che ha. Ma possiamo fare delle stime, e avere delle cifre quasi certe su quello che è il guadagno a litro.




Quanto guadagna un benzinaio al litro?





Ogni benzinaio ha un contratto con l'azienda che gli fornisce il marchio, ogni azienda permette un guadagno differente. Il guadagno a litro mediamente si aggira sul 3-5%, questo sta a significare che se un litro di benzina costasse 1,00€, il benzinaio potrebbe guadagnare dai tre ai cinque centesimi. La percentuale è bassa, ma bisogna tener conto delle enormi accise sulla benzina presenti in Italia.
Quanto guadagna un benzinaio?

Per ciò che invece riguarda l'aggiornamenti dei prezzi, essi vengono aggiornati in maniera automatica, sempre secondo alcuni benzinai del posto.

Con quel 3-5% di guadagno a litro il benzinaio dovrà pagare gli eventuali dipendenti, le spese per la gestione della pompa di benzina tra cui il commercialista, e dovrà anche riuscire a farci uscire uno stipendio dignitoso per se stesso con il quale poter vivere.

C'è una differenza tra il guadagno al litro normale, e quello Self Service, a quanto pare un benzinaio che gestisce una pompa di benzina self service ha un margine di guadagno minore sul singolo litro, ma guadagna di più perché vende più litri.

Il guadagno netto al litro probabilmente è attorno al 2%, questo togliendo tutte le spese, cioè considerando ciò che il benzinaio si metterà in tasca.

Quanto guadagna un benzinaio al mese?


Non è possibile fare una stima generale, perché ci sono troppi fattori che concorrono alla formazione del reddito del benzinaio, e inoltre ci sono anche troppe voci di spesa che possono essere diverse nella loro entità. Quello che è certo è che fare il benzinaio assicura uno stipendio dignitoso, che però di certo non permette di diventare ricchi. Ci sono anche pompe di benzina che hanno il bar e in quei casi non è molto difficile raggiungere i 50.000 euro di guadagno netto l'anno. Poi ci sono anche altri servizi, per esempio quello riguardante le gomme, o la vendita di accessori per auto.

Un benzinaio titolare dell'attività mediamente può guadagnare tra i 1300 e i 1800 euro al mese, questi però sono dati molto simbolici, nei quali rientrano la maggior parte dei benzinai italiani. Ci sono anche benzinai che guadagnano di meno, e benzinai che guadagnano quanto un chirurgo, ma in quei casi sarebbe giusto parlare di imprenditori visto che hanno un'attività vastissima.

Quanto guadagna un benzinaio dipendente?


Un benzinaio dipendente guadagna poco, molto difficilmente supererà i 1200 euro al mese. La maggior parte dei benzinai dipendenti del Vesuviano, cioè di Napoli, hanno detto di guadagnare somme spesso inferiori ai 1000€ al mese, o che superano di pochissimo quest'importo. Caso diverso, invece, se il benzinaio non è un semplice dipendente ma un socio, in quel caso il guadagno può essere superiore.

Conviene diventare benzinai?


La risposta non può essere arbitraria, questo perché dipende tutto dal fatto che il lavoro piaccia o meno, di certo la paga non è considerevole, e molti preferirebbero starsene in ufficio piuttosto che stare 8 o più ore in mezzo alla strada per la stessa somma, rischiando anche di subire delle rapine e rimetterci denaro e vita.







Nessun commento:

Posta un commento