Seguici su Facebook

lunedì 18 luglio 2016

Vivere di Poker: Guida completa per guadagnare col Poker




Nel 2016 è possibile vivere di poker? E se dovesse essere possibile, quali sono i requisiti per riuscire a diventare un giocatore professionista, talmente bravo da riuscire a mantenersi semplicemente giocando a poker? Personalmente non sono un professionista del poker, ma sono un professionista delle scommesse, come avrai avuto modo di leggere nell'articolo su come vincere alle scommesse, io riesco a guadagnare cifre altisonanti ogni mese grazie al betting. E conosco tante persone che riescono a fare altrettanto con il poker. Quando dicemmo che era possibile guadagnare con Internet, parlammo anche del poker, perché grazie al poker ci sono persone che hanno guadagnato milioni.

Vivere di Poker non solo è possibile, ma è persino possibile diventare molto ricchi grazie al poker. Ho conosciuto 3 giocatori di cui non posso fare i nomi che sono diventati 3 grandi fenomeni a livello mondiale, e partecipano ogni anno ai mondiali che si tengono a Las Vegas.
Vivere di Poker

Vivere di Poker: Miti da sfatare e requisiti per riuscire a farcela





Non bisogna mai prestare ascolto a quello che dicono le persone stupide, cioè tutte coloro che parlano senza cognizione di causa. Bisognerà fare orecchie da mercante nei confronti della propria famiglia, dei propri amici, di tutti. Se io non avessi insistito nel perseguimento del mio obiettivo, non avrei mai guadagnato 50.000 euro in un anno con Internet, grazie a Worldfilia e altri network. La persona media ti dirà che è impossibile vincere a poker perché il banco vince sempre. Quest'affermazione te la diranno talmente spesso che ti sarà un odio misantropo nei confronti di tutto il genere umano. La gente è tarda, nel senso che è stupida, molto più stupida di quello che tu possa lontanamente immaginare. Non sanno che a poker il banco prende una fee, il resto se lo giocano i giocatori che hanno preso parte al torneo di turno. Non sanno nemmeno che il poker non è un gioco d'azzardo, questo perché altrimenti ai tornei non troveresti sempre i soliti fenomeno, è un maledettissimo gioco d'abilità.

I requisiti per diventare un grande pokerista sono tanti, ed è normale che sia così, altrimenti tutti sarebbero in grado di diventare pokeristi affermati.

  • Dedizione: Se sei convinto di poter diventare un grande giocatore di poker giocando una o due ore al giorno ti invito a metterti a fare altro, perché stai solamente perdendo il tuo tempo, serve dedizione.
  • Non mollare: Capita a tutti almeno una volta nella loro carriera di pensare se ciò che si sta facendo valga la pena, tu non devi mollare, devi andare fino in fondo. Puoi mollare solamente quando ormai non c'è più alcuna speranza di farcela.
  • Mindset: Tutti i pokeristi professionisti che conosco hanno la stessa forma mentis, se non lavorerai su di essa, sarai spacciato.
  • Lucidità: Bisogna rimanere lucidi e saper affrontare tutti i momenti bui, che saranno tantissimi, farsi sopraffare da una varianza negativa ti porterà solo a buttare tempo e soldi.
  • Formazione: La formazione è importantissima, chi non vuole spendere per la propria formazione fa bene a starsene a casa, non sarà mai nessuno, né nel poker né in nessun altro campo della vita. Chi non è disposto ad investire su se stesso, si auto-dichiara perdente.

Come imparare a giocare a Poker





Come abbiamo scritto, è molto importante imparare a giocare a poker in maniera professionale, senza azzardi e senza mettersi a fare tornei da imbecille nei quali si inserisce il 10% del proprio stake.
Per imparare a giocare a poker, che è uno sport a tutti gli effetti, bisogna allenarsi tanto, cioè giocare tanto, ma anche studiare altrettanto, altrimenti non si diventerà mai abbastanza bravi, al massimo si guadagnerà qualche euro.

Uno degli aspetti più difficili della vita del pokerista consiste nel  riuscire a gestire i periodi negativi, cioè quei periodi in cui si rischia di andare in tilt e bruciarsi tutto il bankroll, sarebbe un vero peccato. 

A tal proposito consiglio la lettura de "Il mental Game del Poker" che permette non solo di diventare molto bravi a gestire certi periodi di crisi, ma permette di riuscire a gestire le crisi anche nella vita di tutti i giorni, perché chi è bravo a poker, risulterà lucido anche nelle circostanze della vita.

Vedi Il Mental Game del Poker su Amazon

Gli errori da evitare nel poker


Nel Poker si fa presto a credersi qualcuno, e si fa ancor più presto a credersi totalmente imbecilli, in realtà la verità sta nel mezzo. Prima di passare ad un livello successivo, bisogna riuscire a domare in maniera costante il livello a cui si gioca, a partire dai microlimiti. Questo significa che su un campione di tot tornei a cui si partecipa, bisogna riuscire ad andare a gain in buona parte di essi, solo dopo un grande numero di tornei o Sit and Go affrontati si potrà decidere di passare al livello successivo.

Un grosso errore consiste nel giocare una parte consistente del proprio budget su un singolo torneo, errore madornale commesso da tutti i donk, all'inizio non bisognerebbe mai spendere più del 4% ad un torneo Sit and Go, e mai più del 2% ad un multi tavolo. Se queste cifre ti sembrano strane, sappi che c'è chi variando di poco queste percentuali si è ritrovato con 0,00€ di guadagno, ma sistemandole è riuscito a fare una scalata da 0€ a milioni di euro.


Iniziare a giocare a poker senza soldi


Una buona palestra, nella quale però si rischia di rimanere ancorati per molti, consiste nel vincere i Freeroll grazie ai quali si potrà far passare il proprio budget da 0,00€ a qualche euro, anche se il tempo perso solitamente non vale lo sbattimento, ma se proprio non ci dovessero essere soldi non resta che fare così. Una volta acquisito un certo capitale, non resta far altro che iniziare a giocare cash game, oppure giocare ai Sit And Go.

Conclusioni della prima parte


Quella che hai appena finito di leggere è la prima parte della guida su come vivere di poker, a breve arriveranno altre parti di questa guida che ti permetteranno di capire come vincere i vari tornei.

Nessun commento:

Posta un commento