Seguici su Facebook

domenica 26 giugno 2016

Quanto costa il porto d'armi: E quali sono i requisiti?




Il porto di armi, ovvero il permesso di possedere armi da fuoco, in Italia è regolamentato in maniera restrittiva e piuttosto severa, in cui l’autorizzazione per possedere un’arma viene rilasciata solamente per determinati motivi e solamente se si è in possesso di specifici requisiti.
La maggior parte dei possessori del porto d’armi infatti, hanno un requisito di possedere armi per uso venatorio, per uso sportivo oppure per difesa personale. Vediamo quanto costa il porto d'armi, qual è la documentazione che occorre per riuscire ad ottenerne uno, e quali sono i requisiti necessari affinché venga rilasciato.

Quanto costa il porto d'armi

Quanto costa fare il porto d'armi?




Sulla richiesta di possedimento armi, e sul nullaosta bisognerà pagare due contrassegni telematici, del rispettivo valore di 14,62 euro ciascuno. Quindi in tutto, bisognerà pagare in tutto poco più di 29 euro.
Con questi documenti sarà in seguito possibile avere l’autorizzazione per l’acquisto e la detenzione di armi.
In seguito, per ottenere il porto d’armi vero bisognerà andare alla Questura dei carabinieri del proprio paese, od in quella più vicina, e presentare lì un modulo in cui si denuncia la propria detenzione di armi da fuoco nella propria abitazione. La Questura rilascerà il permesso entro trenta giorni, tempo che però può variare anche a seconda della città in cui si ci trova. Il porto d’armi in seguito dovrà essere rinnovato anno per anno, avendo un costo di 29 euro annui quindi.

Quanto costa preparare la documentazione per il porto d'armi da presentare in Questura?


Bisognerà tenere conto anche dei piccoli costi aggiuntivi da aggiungere ai 29 euro:
Sarà necessario, infatti, portare tre foto tessere a mezzo busto, che avranno il costo di 3 euro circa.
In seguito sarà necessario avere la ricevuta del versamento postale, pari ad 1 euro e 30 alla Tesoreria Provinciale.

Quali sono i requisiti per avere il porto d'armi per uso personale?






Per avere il porto d’armi da fuoco per difesa personale, occorre innanzitutto aver raggiunto la maggior età, e bisogna presentare una valida motivazione che giustifichi il bisogno di girare con un’arma addosso, oppure di avere nella propria casa un’arma da fuoco. Molto difficilmente viene rilasciato il porto d'armi per uso personale, spesso viene rilasciato solamente ai grandi commercianti, per esempio coloro che sono possessori di una gioielleria, a chi è stato intimidito dalle organizzazioni criminali e a pochissimi altri.

Requisiti per uso sportivo


Per avere il porto d’armi da fuoco per uso sportivo, è necessario essere iscritti ad un’associazione sportiva, ed essere sponsorizzati da quest’ultima. La licenza ha una durata di 6 anni ed autorizza il titolare ad avere in possesso soltanto, nel modo più assoluto, armi per uso sportivo, pena una sanzione disciplinare.

Requisiti per uso di caccia


Questa licenza autorizza il possessore a poter utilizzare il proprio fucile, oppure arma da caccia, solamente nei periodi in cui la stagione ventaroria è aperta, ovviamente.

Nessun commento:

Posta un commento