Seguici su Facebook

domenica 5 giugno 2016

Cosa sono i pappataci

loading...





Cosa sono i pappataci? Lo vedremo in questo articolo. Si fa sempre un gran parlare di questi insetti, soprattutto durante gli spot televisivi che pubblicizzano i vari repellenti veterinari per animali domestici, e della loro pericolosità per gli animali e per l'uomo; chi può affermare, però, a parte gli affermati entomologi, di sapere veramente cosa sono i pappataci? Nelle righe seguenti, vedremo allora cosa sono i pappataci, quali sono i rischi che portano, come riconoscerli e come evitarli.

Sono degli insetti dai quali bisogna stare lontani perché possono portare non pochi problemi per la salute.
Cosa sono i pappataci

Cosa sono i pappataci?





I pappataci, o più scientificamente parlando i Phlebotomus papatasi, sono insetti appartenenti all'ordine dei ditteri, ovvero a quello a cui appartengono anche le zanzare, i tafani, le mosche e i moscerini. Essi si presentano come dei piccoli moscerini, più piccoli delle comuni zanzare, di colore giallastro o grigio, con lunghe zampe e con le ali e l'addome ricoperto di peli. Come le zanzare, essi si nutrono di sangue e attaccano gli animali e l'uomo.

La loro caratteristica principale è quella di non produrre ronzii o altri rumori che ne certifichino la presenza o l'imminente arrivo: questi insetti, infatti, pungono e si nutrono restando in perfetto silenzio (da qui il nome pappataci). Sono molto diffusi nell'area mediterranea perché amano i climi caldi; infatti si manifestano principalmente nei mesi estivi, da maggio/giugno fino ad ottobre; detestano però la luce del sole, il che li porta ad agire principalmente nelle ore notturne, dopo il tramonto. 

Che malattie portano i pappataci?


La puntura dei pappataci, oltre a essere essa stessa dolorosa, come le punture dei tafani, può anche essere veicolo di malattie anche atroci per gli animali e per l'uomo. La principale malattia portata dai pappataci è la cosiddetta ' febbre da pappataci', i cui sintomi sono stanchezza, sonnolenza, dolori diffusi, una forte cefalea frontale e febbre alta per circa tre giorni. Un'altra malattia veicolata dalla puntura dei pappataci può essere la meningite virale.




Negli animali domestici, in particolare nei cani, la puntura dei pappataci può essere veicolo della Leishmaniosi Viscerale Zooonotica: una malattia incurabile per gli animali, molto contagiosa, che si può trasmettere anche all'uomo. La Leishmaniosi può rimanere in stato d'incubazione anche per anni, dopodiché si manifesta con sintomatologie veramente atroci (perdita di pelo, crescita accelerata delle unghie, anoressia, vomito, ulcere orali...)che portano inevitabilmente alla morte del cane.

Come difendersi dai pappataci?




Per proteggere il proprio cane dalla puntura dei pappataci bisogna applicare periodicamente sul cane prodotti con azione repellente nei confronti dei parassiti, che si possono acquistare tranquillamente in farmacia senza obbligo di ricetta e, anzi, di recente è possibile anche trovarli al supermercato.   Consultate comunque il vostro veterinario di fiducia per capire qual è per il vostro cane la soluzione ideale. per quanto invece riguarda l'uomo sarà sufficiente cautelarsi utilizzando gli stessi mezzi di difesa nei confronti di qualsiasi altra puntura d'insetti (creme, spray antizanzare...).

Questo era quanto è utile sapere sui pappataci. Spero che queste informazioni vi siano servite.

Nessun commento:

Posta un commento