Seguici su Facebook

giovedì 3 dicembre 2015

Cause della Guerra fredda Riassunto




La Guerra fredda è stato uno degli episodi più significativi dopo la fine della Seconda guerra mondiale ed è stato determinante anche per il futuro della storia mondiale.
La successione completa degli avvenimenti della Guerra fredda la potete trovare nel riassunto della Guerra fredda, se cercate un elenco schematico e veloce consultate la sintesi della Guerra fredda mentre se siete in quinta superiore e volete incentrare la vostra tesina su quest' argomento vi consiglio di dare un'occhiata alla tesina sulla Guerra fredda.

Qui però vi parlerò più nello specifico delle cause che generarono la Guerra fredda: analizzerò dunque il contesto storico nel quale avvenne questa strana guerra cercando di rendervi più chiaro di quanto è stato spiegato in classe il perché di questo avvenimento.
Cause della Guerra Fredda riassunto

Cause della Guerra Fredda





Innanzitutto la Guerra fredda cominciò dopo il termine del secondo conflitto mondiale, dunque verso la fine degli anni Quaranta, e finì con la caduta dell'URSS avvenuta nei primissimi tempi degli anno Novanta; durò dunque poco più di quarant'anni, durante i quali il mondo intero temette più di una volta di dover affrontare nuovamente un conflitto internazionale, che però fortunatamente non si verificò mai.
La Seconda guerra mondiale si concluse con un bilancio drammatico, che ne fa purtroppo una delle più distruttive, se non la più distruttiva di tutta la storia dell'Umanità; durante il conflitto infatti è stato stimato che morirono circa 55 milioni di persone, ovvero quasi l'intera popolazione italiana attuale!
La maggior parte furono civili (circa 30 milioni); ma il paese che subì il danno peggiore fu sicuramente proprio l'URSS con addirittura più di 20 milioni di persone.


Questi numeri ci fanno rabbrividire anche a distanza di 70 anni per l'atrocità e la violenza con le quali fu combattuta; inoltre molte città europee erano distrutte almeno in parte e c'erano macerie ovunque, senza contare la fame e il freddo che soffrivano le persone rimaste senza casa (nella sola Germania erano circa 7 milioni i senzatetto finita la guerra).

Questa guerra causò anche delle ondate migratorie senza precedenti; infatti milioni di persone abbandonarono la patria per necessità o per scelta, soprattutto gli abitanti delle terre passate all'URSS nel dopoguerra come Prussia, Polonia, Cecoslovacchia, Estonia, Lituania e Lettonia, mentre la popolazione ebrea, dopo le atrocità subite per mano dei Nazisti, si trasferì nel neonato Stato d'Israele.
Alla fine del 1945 i Paesi vincitori istituirono un tribunale militare internazionale per giudicare i crimini commessi durante la guerra dai Nazisti; inoltre nello stesso periodo fu creato l'ONU, organizzazione con il compito di salvaguardare e mantenere la pace e la sicurezza in tutto il mondo, per evitare il ripetersi di questi tragici avvenimenti.

Dal conflitto mondiale emersero diversi vincitori, ovvero Francia, Inghilterra, USA e URSS, ma soltanto le ultime due poterono dirsi veramente trionfanti; le prime due avevano infatti subito troppi danni a livello economico e militare e le loro città erano spesso solo più cumuli di macerie.
Gli USA per la loro posizione oltreoceano non avevano subito né bombardamenti né invasioni uscendo dunque dalla guerra forti di un arsenale militare senza pari.
Guerra Fredda cause





Anche l'URSS si era confermata una potenza di valore assoluta e soprattutto dopo la vittoria sui Nazisti (considerati invincibili) accrebbero notevolmente il loro prestigio internazionale.
I due paesi avevano però un sistema politico ed economico completamente opposto: infatti gli Stati Uniti erano uno stato liberal-democratico improntato su di un'economia di tipo capitalista, mentre l'Unione Sovietica era un regime totalitario di stampo comunista con un'economia fortemente centralizzata e pianificata.
Gli USA, viste le condizione estremamente difficili dell'Europa, decise di inviare degli aiuti economici ai paesi per aiutarli a rialzarsi; per esempio furono donati milioni di dollari all'Occidente europeo e beni di consumo, grazie ai quali il livello di vita (soprattutto in Germania e Italia) era tornato accettabile.

Leggi anche: Comunismo riassunto

Questi aiuti fecero parte del Piano Marshall ,che fu ideato nel 1947 e rafforzarono l'influenza politica degli USA sul continente europeo; infatti secondo molti storici questi aiuti furono inviati per cercare di "assoggettare" i paesi europei soprattutto dal punto di vista economico.
L'URSS invece creò una specie di barriera di stati, i cosiddetti "stati satelliti", che servivano a fare da cuscinetto in caso di eventuali invasioni da parte dei paesi sotto il controllo americano; questi paesi sono tutti quelli che oggi chiamiamo dell'Est, ovvero Polonia, Cecoslovacchia, Ungheria, Romania e Bulgaria.

Questi paesi dipendevano direttamente dal governo sovietico e dunque furono messi al potere di questi stati satelliti membri del partito comunista russo; inoltre furono vietati ogni tipo di commercio o scambio con l'Occidente, imponendo quindi la chiusura delle frontiere.
Questa situazione causò la divisione del continente europeo in due parti nettamente distinte: la parte occidentale, legata agli USA tramite la NATO (un'alleanza militare nata nel 1949), e la parte orientale, legata all'URSS tramite il Patto di Varsavia (sancito nel 1955 per contrastare la neonata NATO).
Dunque il mondo rimase diviso per circa quarant'anni in due veri e propri blocchi, quello occidentale e quello orientale o comunista; questo fatto cambiò profondamente il corso dei decenni successivi, causando uno sviluppo economico e sociale completamente diverso, che emerse col la caduta dell'URSS evidenziando le arretratezze dei paesi facenti parte del blocco sovietico.
Queste erano dunque le cause della Guerra fredda: se aveste qualche dubbio commentate il post e vi risponderò.
Vi ricordo e consiglio inoltre di consultare il riassunto e la sintesi della Guerra fredda.

Nessun commento:

Posta un commento