Seguici su Facebook

domenica 22 novembre 2015

Riassunto capitolo 35 Promessi sposi




Il capitolo 35 dei Promessi sposi prosegue in modo abbastanza diretto la narrazione che era stata interrotta nel capitolo 34; questo capitolo presente due dei luoghi cruciali nei quali si svolge il dramma della peste, ovvero il lazzaretto e l'ospedale degli innocenti.
Inoltre vi è anche, nella parte centrale del capitolo, l'incontro tra Renzo e fra Cristoforo, richiamato da Rimini per curare gli appestati a Milano, che si rincontrano dopo la separazione avvenuta nel capitolo 8, quando Renzo, Lucia e Agnese avevano abbandonato il paesino.
Infine Renzo, tra gli appestati di una capanna, riconosce Don Rodrigo morente e agonizzante, per il quale però il frate chiede misericordia e perdono, lasciando tutti i desideri di rancore e vendetta.
Dopo questa breve introduzione, eccovi il vero e proprio riassunto del capitolo 35 dei Promessi sposi.
Riassunto capitolo 35 Promessi Sposi

Eventi capitolo 35 Promessi Sposi





Il capitolo 35 dei Promessi sposi inizia con la descrizione del lazzaretto di Milano, occupato da circa sedicimila malati di peste che giacevano in capanne o brande; all'interno c'era fervore e movimento di frati e aiutanti.
Renzo, che vi si trova dentro, guarda in ogni capanna per vedere se ci fosse qualche donna, ma per fortuna non nota nessuna figura femminile; per le stradine operavano frati e monatti, i primi per "pietà sovrumana" e i secondi per "estinzione di ogni senso di pietà.

Mentre il cielo è cupo e l'afa opprimente, Renzo girovaga senza metà finché sente dei lamenti dietro uno steccato e, guardando attraverso due assi, vede una scena raccapricciante: un insieme di bambini gementi allattati da balie e persino da capre "con un senso materno", che colpisce molto l'osservatore.
Passeggiando tra le capanne Renzo vede un frate che ha le sembianze di fra Cristoforo e gli corre incontro fino a raggiungerlo e riconoscerlo: è proprio lui!
I due si abbracciano felici per essersi ritrovati casualmente; Renzo nota che il frate è parecchio cambiato ma nota nei sui occhi lo stesso fervore e la stessa passione nel fare opere buone.

Inoltre lo informa che Lucia è stata portata al lazzaretto ed è qui per cercarla; allora il frate gli dà qualche indicazione per trovarla anche se sarà difficile e dunque deve armarsi di rassegnazione.
Renzo poi, ripensando a Don Rodrigo, manifesta propositi vendicativi, subito smorzati fermamente dal padre, che lo ammonisce invocando il perdono e dopo aver notato il pentimento del giovane, lo accompagna in una capanna.
Qui giacciono tre o quattro persone morenti, tra le quali Renzo riconosce Don Rodrigo, caratterizzato da un vestito signorile e pieno di macchie nere in viso.
Il frate chiede misericordia a Renzo e si raccoglie in preghiera, imitato proprio dal montanaro; vengono riscossi poi dalla campana che chiama a raccolta per la processione e i due si dividono, promettendosi, qualunque sia l'esito delle ricerche, di lodare insieme il Signore.

Personaggi capitolo 35 Promessi Sposi





I personaggi che incontriamo in questo capitolo 35 dei Promessi sposi sono stati tra i protagonisti principali di questo romanzo, ma nonostante ciò è la prima volta che li ritroviamo tutti e tre insieme, anche se con animi completamente diversi.
Renzo è caratterizzato da un animo tutto sommato tranquillo, poiché si trova nel lazzaretto per cercare Lucia e non a causa della peste; proprio la ricerca della donne amata tra gli appestati però desta in Renzo un po' di angoscia e preoccupazione sia per il fatto che potrebbe essersi ammalata e dunque prossima alla morte sia per il timore che, dopo tutto questo tema passato senza vedersi potesse aver smesso di amarlo.

Fra Cristoforo ha invece il suo solito carattere passionale e determinato di un religioso pronto anche a morire pur di aiutare le persone bisognose e ammalate; infatti nonostante il suo fisico si sia rovinato per gli affanni dovuti al morbo, l'animosità dei sui occhi è quella di sempre.

Infine Don Rodrigo è sdraiato dentro una capanna con il viso cosparso da macchie nere e ormai prossimo alla morte; in lui svanisce dunque tutta la prepotenza e l'arroganza che avevano caratterizzato la sua personalità prima della malattia.
Per lui fra Cristoforo chiede perdono e misericordia da parte di Renzo, che decide di mettere da parte il rancore nei confronti del signorotto per pregare anche lui per la sua salvezza.

Commento capitolo 35 Promessi Sposi


Il capitolo 35 dei Promessi sposi è caratterizzato da due aspetti principali:


  •  Il primo è il tema del perdono e della misericordia che Renzo ha nei confronti di Don Rodrigo, suo acerrimo nemico; questo ci fa capire come nei periodi di maggior difficoltà e distruzione anche i peggiori nemici sono comunque persone è dunque noi proviamo per loro una sorta di pietà umana per il fatto che loro siano comunque delle persone, al di là delle loro idee o dei loro comportamenti.
  •  Il secondo è l'incontro, come ho detto prima, tra alcuni dei personaggi principali ma soprattutto tra Renzo e Don Rodrigo, che prima di questo capitolo non si erano mai incontrati nonostante tra loro ci fosse un profondo odio legato alla figura di Lucia, contesa tra i due durante tutto il romanzo con metodi opposti, Renzo con l'amore mentre Don Rodrigo ha adottato la forza e la prepotenza.
Comunque Renzo, guidato da fra Cristoforo, riesce a perdonare il signorotto mosso dalla pietà umana nei confronti di una persona morente.
Questo era il riassunto del capitolo 35 dei Promessi sposi; se aveste qualche dubbio commentate il post e vi risponderò.

Nessun commento:

Posta un commento