Seguici su Facebook

lunedì 16 novembre 2015

Riassunto capitolo 21 Promessi sposi




Il capitolo 21 dei Promessi sposi presenta una narrazione abbastanza regolare e lineare.
Particolare è, nella seconda metà del capitolo, la contemporaneità della notte in bianco che passano sia Lucia che l'Innominato, sopraffatti da incubi e tormenti interiori di diverso genere. Naturalmente i motivi di tali disturbi sono diametralmente opposti, la narrazione è ancora una volta infiammante, e l'opera entra sempre più nella sua parte più importante e cruciale, quella che ha permesso a questo capolavoro di Manzoni di scrivere una delle pagine più belle della storia della letteratura non solo italiana ma anche mondiale, e visto che parliamo di un romanzo storico, il successo è ancor più meritato.
Probabilmente questo è uno dei capitoli più appassionati, e quindi per capirlo al meglio sarà necessario prima ripetere i vecchi capitoli, e poi catapultarsi nello studio di quest'ultimo.
Riassunto capitolo 21 Promessi Sposi

Riassunto capitolo 21 dei Promessi Sposi






Dopo la breve introduzione, eccovi un riassunto degli eventi del capitolo 21 dei Promessi sposi.
La narrazione riprende con l'arrivo della carrozza inviata dall'Innominato alla Malanotte per prendere Lucia e portarla al castello.
La vecchia signora, appena vede Lucia cerca si rincuorarla secondo gli ordini del signore, usando parole dolci e consolanti; la donzella però non riesce a darsi pace e chiede di essere liberata nel nome della Vergine Maria.

Queste invocazioni scuotono un po' l'anima della serva e suscitano in lei un'impressione "confusa, strana e lenta".
Intanto anche i bravi dell'Innominato fanno ritorno al castello e il Nibbio fa a fare il suo solito rapporto sull'impresa al signore; l'operazione è filata liscia come l'olio ma Lucia ha suscitato nel bravo un sentimento di compassione e pietà per quell'anima così pura e umile.
L'Innominato pensa nuovamente di consegnarla subito a Don Rodrigo, ma un nuovo no! dalla coscienza lo scoraggia dal farlo.

Il signore, dopo esser stato per un po' di tempo sovrappensiero decide di andare a far visita a Lucia; quando vede la vecchia serva l'ha rinchiusa in un una camera come se fosse "un sacco di cenci", la sgrida severamente.
Dopodiché si presenta a Lucia con un tono dolce e affettuoso, ma la contadina è ferma nelle sue preghiere e invoca la misericordia e il perdono dei misfatti.

L'Innominato esce molto turbato dall'incontro e si dirige nella sua stanza, mentre Manzoni si concentra sulla notte passata insonne da Lucia: la donzella è tormentata da numerosi incubi nati dal terrore che suscitava in lei quel luogo e continua a pregare incessantemente.
La preghiera le dona nuova speranza e la spinge ad un atto estremo: decide infatti che se sarebbe uscita viva da questa disavventura avrebbe rinunciato al matrimonio e si sarebbe fatta monaca.
confortata da questo pensiero, si addormenta su far dell'alba.




Manzoni si sposta dunque di qualche camera, per farci conoscere anche la nottata dell'Innominato, anch'essa in bianco.
Infatti il signore è morso dalla compassione verso Lucia e gli tornano in mente "contro la sua volontà" gli antichi misfatti e si risvegliano in sé angoscia e disperazione.
Pensa addirittura al suicidio ma, dopo aver preso in mano la pistola, immagina in suo cadavere deformato e abbandonato "chi sa dove" e allora si trattiene dal compiere il gesto estremo.
Pensa infine di liberare il giorno dopo la donzella, cercando così di ottenere la misericordia e il perdono divino.
Giunge anche per lui l'alba e, vedendo movimento per le strade, manda un bravo ad informarsi.

Personaggi capitolo 21 dei Promessi Sposi


Il capitolo 20 dei Promessi sposi è animato da pochi personaggi: oltre al Nibbio e alla vecchia signora, gli unici protagonisti sono l'Innominato e Lucia.
Il primo viene nuovamente descritto come nel capitolo 20 e emerge il lato timoroso e angoscioso dal carattere dell'Innominato, che ancora una volta soffre il pensiero di un futuro giudizio divino.
Lucia invece è come sempre caratterizzato da un'incredibile purezza e spiritualità, devotissima alla Vergine Maria, alla quale si affiderà più volte nel corso della vicenda.
Per lei infatti la cosa più importante rimane la preghiera costante ed incessante, nella quale crede realmente e fermamente, tanto da promettere di farsi monaca se mai fosse uscita viva da quella disavventura.

Commento capitolo 21 dei Promessi Sposi


Il capitolo 21 dei Promessi sposi è principalmente caratterizzato dal confronto tra la notte passata da Lucia e quella passata dall'Innominato, che mette in risalto anche le due personalità completamente differenti: infatti mentre Lucia guarda con estrema fiducia al futuro e confida nell'aiuto divino, l'Innominato è tormentato dal pensiero da un futuro che vede vuoto per sé, tanto da meditare addirittura il suicidio.

Questo era il riassunto del capitolo 21 dei Promessi sposi: se aveste dei dubbi commentate tranquillamente il post.

Nessun commento:

Posta un commento