Seguici su Facebook

venerdì 2 ottobre 2015

Wc Intasato: Come sturarlo da soli




Hai mangiato troppo, e hai il Wc intasato? Può capitare che si intasi il Wc di casa e a meno che non si disponga di un altro bagno bisognerà per ovvie necessità sturarlo il prima possibile. Esistono vari metodi “fai da te” prima di ricorrere a un idraulico, innanzitutto permettetemi di fare una battuta:"Siete proprio in una situazione di m...". Sono solidale, è capitato anche a me. La soluzione migliore sarebbe chiamate un idraulico, in effetti ma il water potrebbe otturarsi in un momento in cui il vostro idraulico di fiducia non può correre da voi oppure in un giorno festivo in cui è difficile trovare un esperto in un batter d’occhio, o molto più semplicemente, volete sturarlo senza chiamare l'idraulico per risparmiare i soldi. Bravi, viva il risparmio. Quindi meglio conoscere alcuni metodi per sturare il wc da soli.

Wc intasato: Come evitare che si intasi e come sturarlo


Wc Intasato: Come sturarlo
Il primo segno di quando un wc si intasa è quando tirate lo sciacquone e l’acqua non scende, cioè stagna nella tazza. Quindi a questo punto bisogna intervenire. Non tirate per una seconda volta lo sciacquone perché poi l’acqua fuoriesce e allaga il bagno. Cosa non piacevole per niente. Quindi aspettate solo che l’acqua stagnante scenda lentamente e versate una piccola quantità di aceto e un secchio d’acqua molto calda nel wc. Questo metodo che si basa sul peso della grande quantità d’acqua versata e della sua qualità sgrassante insieme a quella dell’aceto potrebbe funzionare a sturare il gabinetto. Se questo non porta a nulla potete usare il classico sturalavandini a ventosa. Lo mettete nel buco del wc, sempre aspettando che l’acqua sia scesa completamente e poi spingete su e giù come quando si stura un lavandino. Questo potrebbe rimuovere l’otturazione. Ve ne accorgerete se tirando l’acqua sentirete un rumore. Per capire se il metodo ha riscosso successo tirate lo sciacquone e se l’acqua c’è ancora ma è diminuita, non riempie quindi l’intera tazza, allora ripetete l’operazione finché l’otturazione non sia del tutto andata via.
Quest’ultimo è uno dei metodi più efficaci ma se proprio non avete a disposizione uno sturalavandini allora dovrete purtroppo usare le mani. Ovviamente usate dei guanti e prendere degli stracci, arrotolateli e infilateli come una corda nel buco della tazza facendoli aderire bene alle pareti dello scarico. Dopodiché muovete gli stracci su e giù come con lo sturalavandini.


Wc Intasato: Metodo migliore per sturarlo

 Se il metodo “ventosa” non funziona allora potreste ricorrere all'aiuto di una gruccia per appendere gli abiti. Bisogna srotolarla fino ad avere un filo di ferro rigido da ripiegare all'estremità come un uncino. Infilatelo nel water e provate a sturarlo così con movimenti decisi e ripetitivi.

Infine tirate l’acqua per capire se quest’altro rudimentale ma efficace metodo ha funzionato. C’è ancora un altro metodo più “invasivo” per l’ambiente e cioè quello di usare un prodotto chimico. Se l’ingorgo è solubile allora il problema sarà risolto subito.
Se proprio non ci riuscite allora non vi resta che aspettare l’idraulico che lavorerà con metodi più tecnici e il problema sarà risolto completamente.

Come per tutti i “mali” è meglio prevenire che curare quindi per evitare otturazioni, è buona norma non buttare niente nel gabinetto, a parte la carta igienica. Oggetti come assorbenti o mozziconi di sigaretta o cotton fioc potrebbero intasare il water. Inoltre non gettate troppa carta igienica allo stesso tempo perché una grande quantità tutta insieme potrebbe otturare il wc.

Nessun commento:

Posta un commento