Seguici su Facebook

venerdì 31 luglio 2015

Tema sull'Omofobia




Traccia del tema sull'omofobia: L'omofobia è un problema che tutt'oggi riguarda i paesi Occidentali, tra cui l'Italia. La paura del diverso spinge le persone ad allontanare le persone LGBT, e in alcuni casi anche a fare loro del male. Esponi le tue considerazioni di questo grave problema, esponendo anche quella che secondo te potrebbe essere la soluzione per far cessare questo fenomeno.

L'omosessualità non è né immorale, né contro natura. Quest'ultima cosa è dimostrata dal fatto che essa sia presente anche in natura, e non ha nulla di immorale visto che due persone che si amano e decidono di stare insieme non fanno del male a nessuno. Se c'è qualcosa di immorale e di innaturale son proprio le persone omofobe, le quali attaccano gli omosessuali solo perché tali. Poi, volendo dirla tutta, ho diversi amici omosessuali che mi hanno riferito che proprio le persone più omofobe sono le prime ad andare a transessuali. Non si tratta di dicerie, ma cose concrete e mi hanno anche mostrato le prove di alcuni militanti di un noto partito neofasciste a letto con dei transessuali.
Tema sull'Omofobia


Quindi gli omofobi sono gay repressi? Non credo sia la regola, ma è certo che i gay repressi sono omofobi.

Finché l'omosessualità non verrà ritenuta per ciò che è, cioè un normale orientamento sessuale così come l'eterosessualità... l'omofobia continuerà a fare danni e le persone stupide continueranno a far del male ai loro simili solo perché hanno dei gusti sessuali differenti.

Basti ricordare che fino agli anni '70, cioè meno di 50 anni fa, i mancini venivano ritenuti figli del diavolo e si cercava in tutti i modi di insegnargli a scrivere con la mano destra. Ripeto, meno di 50 anni, quindi cosa ci si può aspettare dal nostro paese nei confronti dei gay? Credo debbano passare ancora parecchi anni prima che vengano accettati veramente. Occorre una società intelligente, e una società che crede nel diavolo è tutt'altro che razionale. Il fatto che le Università italiane per ciò che riguarda le facoltà scientifiche siano molto arretrate e anche il fatto che l'Italia abbia il primato mondiale dell'analfabetismo funzionale... porta a capire perché siamo ancora così indietro per dei diritti così sacrosanti. Le persone hanno paura del diverso, e non sono abbastanza intelligenti per capire che i gay e le lesbiche non sono affatto diverse. Solo quando capiranno questo le cose potranno cambiare in meglio, e finiremo di ascoltare al telegiornale servizi in cui si parla di omosessuali pestati perché tali.

L'omofobia si può sconfiggere solo con il progresso, costringendo la gente a studiare, e punendo degnamente coloro che fanno e dicono fesserie. Questo deve avvenire sin dalla tenera età, e non deve essere solamente una lotta concreta contro l'omofobia, ma una lotta contro il bullismo e la violenza in generale, che sia fisica o psicologica. Dobbiamo impegnarci tutti per lasciare un mondo migliore ai nostri figli, un mondo nel quale i razzisti e i populisti non trovino riscontri e vengano allontanati... messi ai margini della società per la loro natura. Purtroppo, invece, i razzisti ce li ritroviamo a capo di partiti con largo consenso popolare. Non ci resta che iniziare questa lotta, e sperare di vincerla il prima possibile.

Sarebbe bello, se i personaggi dello spettacolo e quelli dello sport dichiarassero di essere omosessuali... questo permetterebbe anche ai loro idolo di aprire gli occhi, e darebbe non poco aiuto alla causa. Purtroppo però, le persone tendono a mettere i loro interessi al di sopra del bene comune, così preferiscono essere egoisti e vivere la loro vita di nascosto, con la continua paura che le persone scoprano la loro identità. Ma se tutti uscissero allo scoperto, come ha fatto intelligentemente Tiziano Ferro, sarebbe tutto più semplice. Purtroppo per ora, le persone sono ancora molto timorose ed egoiste, e gli omofobi sono ancora troppi. Dobbiamo lottare nel nostro piccolo per migliorare questo magnifico posto che si chiama Italia, e lasciarlo ai nostri figli migliore di come ce l'abbiano passato i nostri figli.

Nessun commento:

Posta un commento