Seguici su Facebook

giovedì 4 giugno 2015

Quanto costa un pianoforte?

Prima di comprare un pianoforte bisogna fare un ragionamento: A cosa mi serve questo pianoforte? Devo usarlo per abbellire il salotto? Devo comprarlo per far studiare mio figlio, oppure dovrà essere il mezzo con cui dovrò lavorare? In base al suo utilizzo futuro andremo a fare una scelta su dove poterlo acquistare.
La prima cosa che prenderei in considerazione prima di domandarmi quanto costa un pianoforte,è il fatto che il pianoforte è come un vestito, e quindi va provato, sconsiglierei quindi di acquistarlo online, a meno che non ci sia la possibilità di poterlo provare prima perché il venditore è nelle nostre vicinanze.
Quanto costa un pianoforte

Pianoforte usato o nuovo?

Mediamente un pianoforte non costa mai meno di 1.000€ nemmeno se è usato, per quelli nuovi invece la spesa sarà sicuramente superiore ai 2.500€ per un modello base.
La marca più comune è la Yamaha, ma anche quelli della Kaway sono molto gettonati.
Se abbiamo la possibilità economica, il prezzo di un buon pianoforte varierà tra i 7.000€ e i 14.000€ sia per i modelli verticali che quelli a coda.
Il pianoforte a muro è il meno costoso, e difatti è il più venduto, ma è tale, anche perché occupa molto meno spazio, anche i grandi musicisti non sempre hanno un pianoforte a coda e si accontentano di uno a muro.
Il costo di un pianoforte non è di certo come il costo di un violino, può variare per vari fattori, dopo aver analizzato la marca, bisognerà vedere la qualità (se fatto a mano oppure no) e da vari dettagli tecnici quali ad esempio la dotazione di voci campionate con tecnologia binaurale.


Per essere ancora più precisi un pianoforte a muro nuovo ha un prezzo che si aggira tra i 2.500€ e i 10.000€ mentre uno a coda può costare mediamente tra i 7.500€ e i 15.000€ fino ad arrivare a prezzi stratosferici che possono tranquillamente superare anche i 100.000€ di valore.
Il mercato dell’usato è molto ampio e bisognerà valutare, marca, età e il modo in cui è stato conservato il pianoforte, ecco perché è vivamente sconsigliato l’acquisto online di un pianoforte usato, proprio perché da una foto sarà impossibile riuscire a capire il reale stato d’utilizzo.

L’acquisto di un pianoforte usato, invece, potrebbe essere l’ideale se ci si sta approcciando al mondo della musica e si ha un rivenditore in zona che può farcelo vedere e provare.

Provare un pianoforte gratis

Anche per gli acquisti di nuovi modelli spesso è fondamentale la prova, infatti il sito ufficiale della Yamaha rimborsa il viaggio a chi prenota una prova e poi acquista il pianoforte. La sede della Yamaha si trovata a Lainate in provincia di Milano, quindi non è proprio dietro casa per chi abita al sud o al centro dell’Italia.
In un’ora verrà messo a disposizione dell’ipotetico acquirente un tecnico specializzato che illustrerà l’intera gamma dei prodotti Yamaha.
Per acquisti di pianoforti usati, oltre a forum e blog specializzati resta il solito ebay, dove la gamma di pianoforti in vendita è davvero impressionante con migliaia e migliaia di pianoforti in vendita (sia nuovi che usati) da ogni parte del globo.
La cosa che va sottolineata è che su ebay la cosa principale da tener conto è l’affidabilità del venditore in percentuale e soprattutto il numero di feedback ricevuti, un venditore con un basso di numero di feedback sarà sicuramente preferito ad un venditore con tanti feedback, percentuale pari al 100% e vendite fatte soprattutto nel campo musicale con altri pianoforti.

Comprare un pianoforte a poco prezzo

Il metodo migliore per riuscire a comprare un pianoforte con pochi soldi consiste nel cercare pianoforti usati sui principali siti di compravendita locali e nazionali, solamente in questo modo si riuscirà a massimizzare il risultato e ottenere un pianoforte di buon livello nel rapporto qualità/prezzo senza andare a sborsare cifre da capogiro.

Come abbiamo già scritto in precedenza, è preferibile che il pianoforte venga utilizzato prima di essere acquistato, per evitare di avere brutte sorprese una volta acquistato.

Nessun commento:

Posta un commento