Seguici su Facebook

venerdì 24 aprile 2015

Come comprare i BOT

Sono tantissime le domande che riguardano il mondo dei BOT e soprattutto le persone si chiedono come comprare i BOT e come funzionino. Adesso lo scopriamo.



Per prima cosa è necessario tenere in considerazione che è il Ministero del Tesoro a rilasciare i BOT, successivamente resi disponibili in aste private spesso dedicate agli intermediari finanziari. Quindi ricordatevi che potrete acquistare BOT non solo al momento dell’emissione ma anche con prenotazione.

Per poter comprare i BOT in banca ti basterà recarti nella tua banca e chiedere ad un bancario di aprirti un deposito amministrano, con il quale poi potrai acquistare tutti i BOT che vorrai, ricorda che la cifra minima è pari ad euro 1.000€, E come vedremo nel prosieguo dell'articolo esistono varie scadenze dei BOT, non esiste quindi un valore predefinito, e al variare della durata del titolo, varia anche il rendimento.
Come comprare i BOT

I buoni ordinari del Tesoro, vengono considerati dei titoli di credito e vengono rilasciati per finanziare il debito pubblico. Nella maggior parte dei casi hanno una durata di 3,6 o 12 mesi e al termine di tale termine, l’investitore potrà incassare la somma di denaro relativa al valore nominale.

Per quanto riguarda la compravendita dei BOT, essa avviene all'interno del mercato telematico delle obbligazioni. All’interno di questi mercati sono disponibili solo titoli che hanno una vita limitata ed un prezzo corrente diversa da quella rilasciato in fase di emissione. Spesso i BOT hanno un rendimento a scadenza per un totale di 3,09% all'anno quindi 3 euro sul totale del valore iniziale.

Ricordatevi sempre che investire in BOT, vi aiuterà a guadagnare soldi in merito al titolo del valore nominale, quindi il guadagno sarà relativo allo scarto di emissione. La legge prevede le seguenti commissioni:
  • 0,05% su titoli con durata di 80 giorni
  • 0,10 per 170 giorni
  • 0,20 per 171 giorni
  • 0,30 per 330 giorni

Conviene investire in BOT?

Sicuramente per il basso rischio e per la durata breve che permette di recuperare in pochi mesi un piccolo guadano, come quasi tutti gli investimenti di piccole somme. Gli svantaggi relativi ai Bot sono interamente dedicati solo al rendimento che non è mai così elevato sul breve termine.


E’ evidente che la durata non può superare l’anno e il taglio minimo di negoziazione non scende sotto i mille euro. Tutte queste caratteristiche sono valide e interessanti da tenere in considerazione quando si inizia a conoscere il mondo dei BOT e dei relativi investimenti. Sveliamo un piccolo segreto alle persone che si avvicinano per la prima volta a questi investimenti:

La maggior parte delle persone che sceglie di investire in bot, non lo fa per ottenere dei rendimenti elevati ma solo per posteggiare una liquidità e ottenere un minimo guadagno.  Invece che lasciarli dentro alla cassaforte, alcune persone preferiscono acquistare BOT e collocare in essi le proprie risorse.

In tempi di crisi i BOT non vengono considerati molto, visto che alcuni con il tempo non hanno reso praticamente nulla. Quindi fate attenzione al tipo di investimento che desiderate fare prima di ritrovarvi con BOT che non servono a nulla e che non vi porteranno nulla di buono in tasca.

Nessun commento:

Posta un commento