Seguici su Facebook

domenica 1 marzo 2015

Studiare fuori sede: sì o no?

Studiare fuori sede
Tra le tante scelte a cui bisogna far fronte una volta preso il diploma, una di queste è decidere se rimanere nella propria città o studiare fuori sede. Inutile dire che, se la vostra città non offre l'indirizzo dei vostri sogni è necessario spostarsi. 


A volte invece, capita per partito preso di non considerare le università nelle vicinanze considerando solo quelle più rinomate. Infatti esistono molti indirizzi, i cui piani di studio non variano molto da ateneo ad ateneo soprattutto per quanto riguarda la triennale, ed è il caso di scienze informatiche, matematica, fisica, economia, scienze infermieristiche, giurisprudenza (sempre valutando le dovute eccezioni).

Ingegneria invece offre una più amplia scelta non solo considerando i vari indirizzi che vanno dall'ingegneria civile a quella aerospaziale, ma anche perché è possibile trovare negli stessi indirizzi materie differenti a seconda del piano di studio adottato dall'ateneo.

Un discorso a parte meritano le magistrali, che specializzano la carriera universitaria e la scelta fa davvero la differenza, in quanto, se la triennale da in molti casi un programma simile, con la magistrale si fa una scelta specifica. Quindi si potrebbe scegliere un indirizzo triennale "base" nella propria città, per poi specializzarsi fuori sede nel campo da noi scelto.

L'organizzazione e i professori sono un altro importante parametro di scelta. Purtroppo una cattiva organizzazione della segreteria studenti, o professori poco disponibili possono facilmente portare fuori corso, occorre valutare bene di non incappare in una di queste università senza uscita, magari chiedendo prima pareri a molti studenti iscritti o già laureati, considerando sempre però che una cattiva esperienza può essere casuale e viceversa. Prendere quindi nota dei consigli senza farne verità assoluta.


Altri fattori da considerare per sapere se studiare fuori sede conviene o meno sono il tempo e le spese.
Vivere nella stessa città in cui si studia è sicuramente meglio che fare i pendolari, ma sicuri che badare alla casa e alla spesa non vi ruberà molto tempo? O che non vi farete distrarre dai coinquilini? Se siete dei tipi organizzati fin qui tutto bene e autonomi.

Bisogna in ultimo considerare le spese dell'affitto, delle bollette e dei mezzi di trasporto (a meno che non abbiate delle agevolazioni), ma se vi metterete sotto a studiare, e otterrete la borsa di studio, questo problema si minimizza! E non ci saranno problemi per la vita da studenti fuori sede.

Studiare fuori sede: Si o no ? Ora sta a voi decidere

Ti invitiamo a consultare questo sito per le borse di studio per gli studenti fuori sede

Nessun commento:

Posta un commento