Seguici su Facebook

sabato 7 marzo 2015

Consigli per risparmiare sulla spesa

In questi giorni il WWF  ha fatto partire la campagna di sensibilizzazione contro lo spreco alimentare nei supermercati simplymarket, per dar vita ad una battaglia anti-spreco alimentare, che porterà i consumatori a risparmiare sulla spesa.


Risparmiare sulla spesa

Risparmiare sulla spesa: Basta buttare cibo



One Planet Food è il nome del programma WWF dedicato all'alimentazione sostenibile, e con la campagna "Non alimentare lo spreco" permette l'acquisto di buste per la spesa riutilizzabili il cui ricavato sosterrà le attività del WWF per diffondere consapevolezza e consigli quotidiani per evitare sprechi a discapito dell'ambiente, e in più, utili per risparmiare sulla spesa.
Stampate sulle buste ci sono "le storie di viveri e vegeti" , vignette satiriche che puntano a mostrare con un tocco di sottile sarcasmo le cattive abitudini quotidiane che portano allo spreco di cibo. Scenette in cui alimenti e bevande rimangono nel frigo e nella dispensa attendendo speranzosi che qualcuno li mangi prima della scadenza o che vengano consumati interamente e non finire nella spazzatura.

Infatti l'errore più comune che capita di commettere nello spreco alimentare, avviene già nei supermercati. Spesso si acquista più cibo di quello che si andrà a consumare, o si acquistano altri alimenti prima di terminare quelli già presenti e aperti nel frigo. Così, non solo viene gettato un prodotto che poteva essere acquistato da qualcun'altro, ma sprechiamo anche il lavoro di produzione e lavorazione che è stato fatto per farlo arrivare al supermercato e nelle nostre case. Oltre che per il prodotto in sè, basti pensare anche alla confezione! Sprechiamo importanti risorse naturali per qualcosa che finirà nel cestino.


Vediamo dunque quali sono i consigli che ci permetteranno non solo di produrre meno impatto ambientale, ma anche di risparmiare sul cibo, e non saremo costretti né a buttare cibo avariato, né a ingurgitarlo prima della scadenza.
  • Evitare acquisti eccessivi e inutili: fare una lista della spesa controllando le scorte già presenti, si eviteranno perciò acquisti non necessari e si farà una revisione di quello che è già presente in casa, ciò farà in modo che lo spreco alimentare diminuisca
  • Non esagerare nelle quantità di prodotti facilmente deperibili, quindi porre attenzione a quanta frutta e verdura si sta acquistando rispetto le nostre esigenze. Attenzione anche a pane, uova, latticini, carne e pesce.
  • Comprare in piccole quantità prodotti che non si consumano assiduamente, preferendo quelli sfusi a quelli preconfezionati per evitare eccessive quantità.
  • Controllare il corretto funzionamento del frigo (guarnizioni e temperatura ideale)
  • Conservare accuratamente gli alimenti in frigo o in dispensa
  • Congelare gli alimenti prima che inizino ad avariarsi. Dividerli in piccole quantità
  • Controllare e girare la verdura e frutta nel frigo in modo che non si creino muffe
  • Portare avanti i prodotti prossimi alla scadenza
  • Fare attenzione alla quantità di cibo che si cucina, è l'errore più comune: cucinare porzioni abbondanti di cibo che finirà inesorabilmente nella spazzatura. Attenzione quindi anche alle porzioni nei piatti per evitare cibo non consumato
  • Maggiore fantasia nell'elaborazione dei piatti, in modo da sfruttare eventuali avanzi (pane, pasta, riso)
  • La frutta ammaccata o troppo matura può essere riutilizzata in dolci, frullati o zuppe
Risorse utili:

WWF One Planet Food  sito ufficiale dedicato all'alimentazione sostenibile e contro gli sprechi alimentari

Nessun commento:

Posta un commento