Seguici su Facebook

sabato 29 novembre 2014

Seconda Guerra Punica Riassunto

A Roma c’è un problema con gli Illiri, dopo due guerre con essi (dal 229 al 219 a.C.) la situazione sull’Adriatico è finalmente stabilizzata. Subito dopo c’è la battaglia contro i Galli, nella quale Roma conquista Mediolanum e fonda due colonie: Piacenza e Cremona.


Nel frattempo Cartagine va in Spagna giustificandosi sostenendo che delle conquiste erano necessarie per pagare ai romani i restanti debiti di guerra. I romani stabiliscono con Cartagine il trattato dell’Ebro (ai cartaginesi non fu permesso di oltrepassare il fiume Ebro in Spagna).

Cartagine assedia Sacunto(un’alleata romana). Nel 218 a.C. inizia la seconda guerra punica. Annibale comanda i cartaginesi e approda in Italia superando le Alpi , non vuole dar tempo ai romani e cerca di distruggere tutti i trattati che i romani avevano stabilito con le altre popolazioni italiche, cominciano così le prime battaglie: Sul Trebbia e sul Ticino sono i cartaginesi ad avere la meglio, in seguito si allearono con i Galli e distrussero l’esercito romano.

Seconda Guerra PunicaNon ci sono però defezioni tra gli alleati romani. Nel frattempo viene nominato dittatore Quinto Fabio Massimo a Roma, detto anche “Il temporeggiatore”, infatti cerca di rimandare gli scontri. Nel 216 a.C. scade il suo mandato e lo succedono due consoli: Lucio Emilio Paolo e Terenzio Varrone che cercano lo scontro con Annibale ma vengono sconfitti nel 216 a.C. a Canne.

Dopo ciò alcune provincie passano con Cartagine: Capua, Siracusa e Taranto. Annibale ora deve scegliere se distruggere subito Roma o aspettare rinforzi, sceglie di aspettare. Quest’attesa permette a Roma di rigenerarsi,  a Roma infatti i contadini rispondono alla leva militare e le legioni vengono quindi ripristinate, i latifondisti pagano tasse più alte per la guerra e cedono gli schiavi all'esercito, i legionari invece chiudono un occhio sui ritardi dei loro compensi. Nel 211 a.C. Roma riconquista Capua e Siracusa, mentre nel 209 a.C. Taranto. Nel 210 a.C. Scipione viene mandato in Spagna per interrompere gli aiuti ai cartaginesi che provenivano da lì, viene sconfitto il fratello di Annibale, Asdrubale, sul fiume Metauro. Scipione va poi in Africa riportando una serie di vittorie e Annibale è costretto quindi a tornare in patria a difenderla, nel 202 a.C. a Zama l’esercito romano sconfigge i cartaginesi che perdono la Spagna, la loro flotta e il permesso di intraprendere guerre senza il consenso romano e hanno inoltre il divieto di espandersi oltre l’Africa.

Leggi anche:

Riassunto Prima Guerra Punica

Riassunto Terza Guerra Punica

Nessun commento:

Posta un commento