Seguici su Facebook

venerdì 7 ottobre 2016

Megalania: L'ha fatto estinguere l'uomo?

Il Varanus Priscus meglio noto come Megalania, fu un animale di stazza imponente vissuto in Australia nel Pleistocene, e si è estinto secondo gli esperti circa 38.000 anni fa. Quest'animale è stato uno degli animali più possenti della storia della Terra, difatti faceva parte della cosiddetta "Megafauna" ed è con ogni probabilità il più grande varano mai esistito, sicuramente è il più grande varano mai esistito di cui abbiamo prove certe, cioè documentate, ciò grazie agli studi condotti dai ricercatori. 

Come da titolo, probabilmente fu l'uomo a farlo estinguere, anche se ci sono diverse teorie a riguardo. Certo è, che il Megalania si estinse proprio con il sopraggiungere dei primi uomini sull'attuale continente Oceanico. Più precisamente si ritiene che a far estinguere il Megalania sia stato l'Homo Habilis, ma è molto improbabile che l'Homo Habilis con le sue armi primitive potesse avere la meglio su un animale possente come il Megalania.

Leggi anche: Approfondimento sull'Homo Habilis

Megalania
Un megalania



Il Megalania era un varano, molto probabilmente il più grande varano mai vissuto sulla faccia della terra, non sono mai stati ritrovati fossili di Megalania completi, ma nonostante non ne siano mai stati trovati di completi, gli studiosi hanno provato a ricostruire l'aspetto di quest'essere imponente che insieme agli altri componenti della Megafauna australiana dominava il continente Oceanico. 

Nel Pleistocene il Megalania nonostante la sua stazza imponente non era l'animale più grosso della Megafauna, ma nonostante ci fossero animali più grossi, egli non aveva predatori naturali, e non c'era animale in grado di sconfiggerlo, infatti secondo gli studi moderni, il Megalania era provvisto di una ghiandola dalla quale fuoriusciva veleno, proprio come il suo più diretto discendente, ovvero il drago di Komodo, con un morso il Megalania iniettava il veleno al malcapitato di turno e lo uccideva entro pochi istanti, per poi sventrarlo e cibarsi della sua carne.

Secondo alcuni storici, il Megalania e i primi uomini a mettere piede sul continente oceanico, e più precisamente in Australia, si incrociarono, e l'incrocio fu terribile per il "re della Megafauna", secondo questi studi... gli ultimi esemplari di Megalania sarebbero stati uccisi dall'uomo, il quale ne avrebbe provocato l'estinzione. 



Ma questa tesi non è supportata da tanti altri storici, i quali ritengono che le armi di cui disponevano gli uomini all'epoca(armi molto rudimentali, fatte di legno) non fossero sufficienti per abbattere un animale enorme e forte come il Megalania, con la cui coda in un colpo era in grado di uccidere l'antenato del canguro, molto più grosso del canguro odierno, figuriamoci l'uomo medio, il quale all'epoca pesava all'incirca 40-50 kg.

La cosa certa è che il Megalania è stata la lucertola più grande mai esistita che l'uomo conosca.

Secondo una leggenda metropolitana sul Megalania, il Megalania sarebbe ancora vivo, in quanto alcuni australiani asseriscono di aver visto lucertole giganti la cui descrizione corrisponde con quella dei Megalania, ma questa cosa è impossibile, in quanto animali cosi enormi non sarebbero di certo passati inosservati. Chissà, forse un giorno, grazie alla scienza i Megalania torneranno a vivere, ma quel giorno è lontano.


Leggi anche: Lo Smilodonte - Il terrore dell'Era Glaciale

Nessun commento:

Posta un commento